Zuckerrohr

Sfide e prospettive del biogas dalla canna da zucchero

In risposta agli alti prezzi del petrolio in passato, la produzione totale annuale di canna da zucchero del Brasile’è aumentata da 79,8 milioni di tonnellate nel 1970 a 620 milioni di tonnellate nel 2018-2019, e a causa dell'aumento della domanda di mercato, sono stati costruiti diversi nuovi impianti di canna da zucchero dal 2004 in poi, raggiungendo 343 unità nel 2019.
Il potenziale di produzione di biogas dai residui di produzione dell'industria brasiliana dello zucchero e dell'alcool (vinaccia, filter cake, bagassa e paglia) è già stato dimostrato in diversi studi.

Nel processo di produzione di biogas, una delle sfide tecniche è l'input di nutrienti delle piante, dove diversi aspetti, come il tasso di carico organico e la resa di produzione, sono direttamente legati alla fonte di alimentazione.

Poiché il raccolto della canna da zucchero è stagionale e i bioreattori devono essere alimentati continuamente, lo stoccaggio di questo substrato in forma di insilato è essenziale. Pertanto, è necessario studiare la fattibilità dell'insilato per questo scopo.

Questo studio ha studiato il processo di insilamento della canna da zucchero (conservazione e determinazione del potenziale di biogas) e ha dimostrato la sua fattibilità nel fornire combustibili per la produzione di biogas durante tutto l'anno.

Scaricare Prospetto

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Ti iscrivi alla nostra newsletter?

Non perdete mai più notizie dall'industria del biogas e dal pianeta azienda biogas!

PlanET

Informazioni su

Soluzioni

© Tutti i diritti riservati. I contenuti delle nostre pagine sono stati creati con la massima cura. Per la correttezza, la completezza e l'attualità dei contenuti possiamo assumerci comunque nessuna garanzia.

Realizzato con da PlanET Biogas